La Storia - Marchesini Prosciuttai per passione

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Storia


Piccolissima realtà, ubicata in Collecchio dal 1925, alla quale fin dall’inizio si è condivisa l’assoluta volontà di potenziare ancor di più il canale distributivo del dettaglio tradizionale e dell’alta ristorazione, nonostante le immense fatiche dei tempi correnti.

In un area di tale pregio ambientale e climatico, sottoposta a rigorosissimi vincoli edilizi, il prosciuttificio Marchesini, ha mantenute presochè inalterate le proprie strutture produttive trasformando la necessità di armonizzarsi all'ambiente circostante, riducendo pressochè a zero l'impatto ambientale in termini di rumore e inquinamento nella virtù di una produzione incentrata sull'uomo e a misura d'uomo.


Di fondamentale importanza il rapporto umanitario diretto, considerando il ruolo fondamentale e totalmente attivo della Famiglia Marchesini, in cui, oggi, Luigi e Michele, padre e figlio, rappresentano le figure fondamentali di tradizione, passione e continuità garantendo in tal modo all’Azienda un controllo costante, diretto e personale in ogni fase della produzione.

Non albergano in questo contesto particolari ritrovati tecnologici, quali i macchinari che l'industria alimentare ha copiosamente messo a disposizione dei vari produttori al fine di rendere seriale la produzione, moderni impianti di raffreddamento dislocati in ogni fase della produzione al fine di accelerare la maturazione del prodotto, la sequenzialità del lavoro di impronta industriale.


Da qui la rinuncia alla lavorazione a sale saturo diffusa ormai ovunque a Parma, da qui la rinuncia alle varie macchine salatrici che regolano il sale in base al peso del prosciutto, da qui il mantenimento delle vecchie sequenze di lavorazione del sale, e delle celle da riposo statiche, considerate obsolete, ma a tutt'oggi uniche nel permettere l'asciugatura uniforme lasciando letteralemente il prosciutto a respirare e traspirare.
Una semplicità solo apparente, al limite del virtuosismo, conseguenza inevitabile di una scelta, che è scelta antica di rispetto per una tradizione di lavorazione, seria, semplice ma non per questo banale.


La scelta negli anni è stata quella di puntare su di una qualità sempre maggiore, mediante l’utilizzo di materia prima accuratamente selezionata proveniente unicamente da due macelli, selezionandone inoltre i relativi allevamenti, nel pieno rispetto sempre e comunque dei processi naturali e tradizionali dell’intero ciclo di lavorazioni delle carni, cercando di donare al prodotto quel profumo e quel sapore di una volta.
Quindi a fianco della maniacale ricerca di materia prima che sta alla base dell' Excellence, abbiamo il lussuoso " El Gamba ", e l' apprezzatissimo " dolce fetta ", tutti prodotti concepiti sotto i medesimi canoni produttivi di rispetto e ricerca, diversi per concezioni e stagionature.


Niente paura quindi se vi imbattete in una fetta di un bel colore rosa uniforme tendente al salmone, di profumo intenso e complesso, di complessità aromatiche decise e morbide allo stesso tempo, persistenti e piuttosto impegnative tanto sono ricche.
E' un prodotto vero, genuino, artigianale, imperfetto ma straordinariamente onesto, come l'intento di chi lo fa.

Non è banale, è Marchesini.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu